Costanza Caracciolo sexy su instagram, ma Vieri è spietato con i fan troppo appassionati

Genuina, spontanea e all’occorrenza stuzzicante: Costanza Caracciolo spiazza Instagram con un outfit fresco e costanzacaracciolosvolazzante che riporta direttamente alle calde estati isolane. In pieno “Formentera style”, l’ex velina di Striscia la notizia fa un tuffo nel passato, ripescando tra i ricordi delle vacanze trascorse. Da poco mamma della piccola Isabel, secondogenita della coppia Caracciolo-Vieri, Costanza appare raggiante in ogni scatto. Ai primi piani incantevoli in cui seduce con il magnetismo dello sguardo si alternano spesso le immagini in cui ad ammaliare sono le curve.

Mai volgare, Costanza è elogiata non di rado per l’eleganza e la classe nel portamento e per come renda ogni outfit naturalmente raffinato. Abbronzatissima e con sguardo birichino, la showgirl siciliana posa in modo del tutto informale: mani in tasca e capelli mossi su una spalla, Costanza porta avanti una gamba. L’abito sbottonato quasi per intero è trattenuto in vita da una cintura.

“Sei semplicemente fantastica… Semplice e genuina come piace a noi”, sottolineano la veracità dell’ex velina. “Costi sei sempre super bella nella tua semplicità! È bello seguirti nella quotidianità”, dicono i followers. Quotidianità che a quanto pare risulta condita dalla gelosia di Vieri: “Non posso dire quanto sei bella altrimenti Bobo mi blocca”, l’ex bomber sembra essere particolarmente ‘spietato’ con i corteggiatori di Costanza. Non pochi gli utenti bloccati, stando alle suppliche tra i post della moglie: “Ti prego dì a Bobo di sbloccarmi!! Non so perché ma sono anni ormai che lo sono!”. Qualche apprezzamento fuori luogo? Gli intrepidi non si lasciano intimidire, ma sempre con garbo: “Eccelsa dea”, “Birichina”, “Incantato da cotanta bellezza”, “Ineccepibile”, “Classe”, “Sempre raffinata”

Costanza Caracciolo sexy su instagram, ma Vieri è spietato con i fan troppo appassionatiultima modifica: 2020-05-05T15:04:25+02:00da massimo.sbanderno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento