Patrizia De Blanck: “Ho cacciato Giada, è ossessionata dal coronavirus e l’ho colpita con la scopa”

L’aneddoto bizzarro della donna, che ha spiegato come sia piuttosto difficile la convivenza con la figlia Giada De Blanck in questi giorni di pandemia. L’avrebbe addirittura cacciata di casa, ma Giada non ha intenzione di deblanklasciare l’abitazione: “Non me ne vado perché non posso lasciare una madre incosciente come la mia in balia di se stessa”.

Non è facile la convivenza in tempi di quarantena, come dimostra il caso di Patrizia e Giada De Blanck, protagoniste di un’intervista bizzarra e trash sul settimanale Nuovo. La celebre socialite e la figlia, rese note dalla partecipazione all’Isola dei Famosi, hanno spiegato come la tensione della pandemia le abbia portate alla lite, tanto che Patrizia ha cacciato Giada di casa.

“Credo che la quarantena imposta dal Coronavirus possa tirare fuori il peggio di noi”, ha confidato Patrizia al settimanale .”Infatti, in un momento di ira, ho cacciato di casa mia figlia che mi coinvolge nelle sue paure, facendomi andare fuori di testa”. Giada, però, non demorde e non ha alcuna intenzione di lasciare l’abitazione che divide con la madre: “Non me ne vado perché non posso lasciare una madre incosciente come la mia in balia di se stessa. Il motivo delle liti sta nel nostro diverso modo di vivere la pandemia. Io sono terrorizzata e uso tutte le precauzioni possibili per proteggermi, mentre mia madre commette imprudenze”. Patrizia, però, sembra davvero insofferente alle ansie della figlia:

“Giada ha il Coronavirus nella testa: mi insegue dappertutto per disinfettare ogni angolo della casa e piange alla prospettiva che possiamo ammalarci. Controlla le mie scelte e mi assale con i suoi rimproveri. Forse esagero ma in quarantena è facile perdere il controllo. E una volta, mi dispiace ammetterlo, ero davvero esasperata e così l’ho colpita con il manico della scopa.”

 

Patrizia De Blanck: “Ho cacciato Giada, è ossessionata dal coronavirus e l’ho colpita con la scopa”ultima modifica: 2020-05-08T15:28:00+02:00da massimo.sbanderno
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento